copyright © all rights reserved 2016
IT / EN

i Vigneti

» Filari rigogliosi cresciuti in un anfiteatro naturale

LA POSIZIONE

La posizione delle nostre vigne gode di una condizione di privilegio, in una sorta di ideale corridoio che dall’Amiata al Tirreno genera continuamente inversioni termiche e moti convettivi: il risultato è una costante ventilazione.

il Vigneto

» CANTINA

Inoltre hanno il privilegio di occupare un versante esposto a sudovest, il migliore orientamento possibile per l'espressione di struttura complessità nella maturazione delle uve.

Il sistema di allevamento è a cordone speronato ed è un modello di potatura corta, adatto al contenimento delle rese attorno ai 50-70 quintali per ettaro, necessario per l'ottenimento di uve di qualità.

il  Sistema
di Allevamento

» CANTINA

La Superficie

La superficie è caratterizzata da dolci variazioni di pendenza che generano diverse attitudini oltre che una prospettiva che si inserisce armoniosamente in un panorama appagante sulle vallette che conducono al Tirreno. E’ solo toccando con mano le caratteristiche di questo “terroir” che si può comprendere a pieno la profonda vocazionalità viticola dei nostri vigneti.

Il Suolo

Variegato su tutta la superficie aziendale, si compone prevalentemente di argille ricche di sali inframmezzate da depositi calcarei grossolani, terreni mediamente profondi, ricchi di scheletro e zone maggiormente ricche di sostanza organica.

La pendenza e la composizione del terreno garantiscono un ottimo drenaggio, offrendo alle piante condizioni ideali per una crescita equilibrata, vocata.

LE MACCHIE nel bosco alto fresco - Ballo angelico - Vermentino
PIETROSO tradizione - Lupo bianco
ALTO POGGIO caldo asciutto – Viandante Riserva
QUERCIOLAIA – Ventilata e soleggiata - Impostino
SUGHERETA fertile – ciarlone
CERRETINA bassa - ottava rima 

le Vigne

» CANTINA

Le Macchie

Sono le vigne più alte ed anche le più fresche, racchiuse da una fitta macchia mediterranea quasi a protezione di un contesto dove Il suolo ricco di sostanza organica contrasta l’abbondante e tenace pietra calcarea, permettendo al nostro Vermentino di maturare fino a dorarsi, acquistando particolare complessità mantenendosi fresco e fine per donarci il Ballo Angelico.

Pietroso

Il vigneto del Lupo Bianco, forse il più ardito dei nostri vigneti nella sua strenua battaglia contro la siccità. Per quanto più a valle del centro aziendale è situato attorno ad una sua propria sommità, con un suolo molto asciutto e sassoso e filari che decorrono sfruttando quasi tutte le esposizioni possibili, sud, ovest e timidamente a nord. Sono Sangiovese e Merlot, in questo caso, che con il tempo si sono adattati con sorprendente forza e che raggiungono le maggiori espressioni che possiamo scoprire nel nostro Lupo Bianco.

Alto Poggio

È tra le porzioni di suolo più ricche di scheletro. In questo tratto di versante appena a monte della cantina, la roccia madre affiora spesso rendendo il terreno aspro ma ben drenato e ricco di sali minerali. In queste condizioni la produttività si contiene spontaneamente e si conserva un equilibrio esclusivo durante le fasi essenziali della maturazione di un Sangiovese che si esprime al suo meglio. Per questa ragione il sito è stato sempre destinato alle migliori riserve ed in particolar modo al Viandante, Sangiovese in purezza che trova in questo contesto unico un habitat ideale per esprimersi in modo irripetibile.

Querciolaia

Il fratello minore dell’Alto Poggio, situato appena sotto il suo sguardo è un appezzamento completo, più dolce e meno aspro ha un suolo di medio impasto dal profilo profondo che dona freschezza e piacevolezza al vino senza far mancare struttura e tipicità. Sempre ventilato e soleggiato rappresenta al meglio l’espressione di un Sangiovese ben dosato ed armonico, base imprescindibile del nostro Impostino.

Sughereta

In posizione centrale accompagna il visitatore che entra nella nostra tenuta perdendosi nel fascino delle nostre colline incontaminate. È uno dei suoli più variegati, di base fertile e profondo sfuma in porzioni più sassose ed aspre con lenti di argilla che affiorano lungo le sue pendenze donando complessità e finezza a Sangiovese, Alicante e Petit Verdot, le varietà scelte per questo tipico contesto. Le sue uve fresche e saporite sono espressione fedele di un territorio che racchiuso in un calice di Ciarlone ci guidano alla scoperta della Maremma e del Montecucco.

Cerretina

In questo punto si scende nella porzione più a valle che sfuma dall'area coltivata a quella boscosa e più selvaggia come in un naturale tributo alla tipicità del luogo e delle forme di vita che lo abitano. Otteniamo qui i prodotti più delicati, con aroma e gusto che si riallacciano al sentore degli arbusti nella macchia mediterranea e che possono essere apprezzati fin dal primo approccio dal gruppo più ampio dei nostri consumatori, L’Ottava Rima. A Sangiovese, Alicante, Syrah e Petit Verdot è affidato questo particolare compito.